35 milioni di euro per il bando “Fondo Futuro” destinato al microcredito e microfinanza a favore di microimprese e liberi professionisti

Il programma della Regione prevede lo stanziamento di  35 milioni di euro, dal POR FSE 2014-2020, di cui 31,5 milioni di euro per finanziare progetti di autoimpiego, l’avvio di nuove imprese o la realizzazione di nuovi progetti promossi da imprese esistenti( denominato «Fondo Futuro 2014-2020») e 3,2 milioni di euro destinati esclusivamente a dare copertura al fabbisogno di liquidità delle imprese già operanti nel cratere sismico alla data del 24 agosto ( denominato «Liquidità Sisma»)

Per ciò che concerne “Fondo Futuro”, la Regione Lazio rilancia il microcredito e la microfinanza con un intervento di erogazione di piccoli finanziamenti a tasso agevolato a chi ha un’idea imprenditoriale ma ha difficoltà di accesso al credito bancario

Obiettivo: concedere finanziamenti a tasso agevolato per sostenere imprese esistenti, nuovi progetti e nuove esperienze imprenditoriali affinché possano affermarsi sul mercato potendo così far fronte al rientro del prestito attraverso il reddito prodotto dalla stessa iniziativa imprenditoriale

Possono partecipare: microimprese già esistenti, microimprese ancora da costituire, titolari di partita IVA che abbiano difficoltà o impossibilità di accesso al credito bancario ordinario

Soggetti Prioritari: persone che abbiano età inferiore ai 35 anni non compiuti o superiore ai 50 anni compiuti (per le microimprese tale requisito va verificato in capo al titolare o al legale rappresentante); persone che abbiano reddito non superiore alla seconda fascia ISEE deliberata dall’INPS ( in caso di società di persone, tale requisito va verificato sul singolo socio illimitatamente responsabile); soggetti che abbiano partecipato alle iniziative regionali “torno subito”, “in studio” e
“coworking” (per le microimprese tale requisito va verificato in capo al titolare o al legale rappresentante); lavoratori svantaggiati, definiti dall’articolo 2 del Reg. UE 651/2014 ( per le microimprese tale requisito va verificato in capo al titolare o al legale rappresentante); donne; (per le microimprese tale requisito va verificato in capo al titolare o al legale rappresentante)

I progetti idonei potranno beneficiare di prestiti di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%, con una durata da definire caso per caso e comunque non oltre gli 84 mesi, incluso l’eventuale preammortamento.  Sono ammissibili le spese relative al progetto presentato, che andrà realizzato entro 12 mesi dall’ottenimento del prestito.

Presentazione delle domande: per l’annualità 2017 è possibile contattare i Soggetti Erogatori a partire dalla data di pubblicazione del presente Avviso sul BURL del 21.11.2017 e fino alla data di esaurimento delle risorse disponibili;
per le annualità successive i destinatari potranno contattare i Soggetti Erogatori dal primo lunedì del mese di aprile (o, se festivo, dal martedì successivo)

Soggetti erogatori: per presentare domanda i beneficiari dovranno contattare uno dei soggetti erogatori di questo elenco.

Per leggere il bando completo clicca qui: AVVISO PUBBLICO Sezione Speciale FSE 2014-2020 – Fondo Futuro 2014-2020 e Sezione speciale Sisma

Qui di seguito la determinazione 14 dicembre 2017, n. G17403 che dispone, in quanto è stato raggiunto il valore delle risorse disponibili,  la chiusura anticipata della finestra annuale 2017 – Linea di Intervento A: Fondo Futuro e RISERVA Soggetti Prioritari – a far data dalle ore 16:00 del giorno 14/12/2017: Chiusura anticipata finestra annuale 2017 Linea di Intervento A Fondo Futuro e RISERVA Soggetti Prioritari

In data 19.04.2018 la Regione ha proceduto alla pubblicazione dell’Avviso pubblico modificato per la presentazione delle proposte progettuali per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato a valere della “Sezione Speciale FSE – Fondo Futuro 2014-2020” POR FSE 2014-2020 Asse 1 “Occupazione” e della Sezione Speciale Liquidità Sisma: Fondo Futuro 2014-2020

La presentazione della domanda deve essere effettuata entro i seguenti termini:
a. Per l’annualità 2018 i Richiedenti devono inviare esclusivamente a mezzo PEC ad uno dei Soggetti Erogatori convenzionati con Lazio Innova la domanda a partire dalle ore 12:00 del 3 maggio 2018 e fino alla data di esaurimento delle risorse disponibili, tempestivamente comunicata sui siti sopra indicati.
b. Per le annualità successive i Richiedenti potranno inviare la domanda, con le medesime modalità sopra indicate, a partire dal primo lunedì del mese di aprile (o, se festivo, dal martedì successivo)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *