Agopuntura, omeopatia e fitoterapia, la Regione Lazio ha recepito i criteri per la certificazione di qualità delle discipline mediche non convenzionali

La Regione Lazio ha recepito l’accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano sui “Criteri e le modalità per la certificazione di qualità della formazione e dell’esercizio dell’agopuntura, della fitoterapia e dell’omeopatia da parte dei medici chirurghi, degli odontoiatri, dei medici veterinari e dei farmacisti”. Costituzione, composizione e compiti della Commissione Regionale per le discipline mediche non convenzionali

La Commissione regionale per le discipline mediche non convenzionali avrà, tra gli altri, il compito di accreditamento dei soggetti pubblici e privati di formazione in discipline mediche non convenzionali sulla base del possesso dei requisiti minimi e uniformi previsti dall’Accordo e previa verifica dell’atto costitutivo dell’istituto di formazione, dello Statuto, del regolamento interno, del programma del corso di formazione per il quale si richiede l’accreditamento e autocertificazione di assenza del conflitto d’interessi dei
docenti in analogia a quanto previsto dalle vigenti disposizioni in tema di ECM; la definizione delle procedure di accreditamento; la definizione degli eventuali oneri a copertura delle spese per l’accreditamento e le procedure di verifica a carico del soggetto da valutare; la predisposizione e tenuta dell’Albo regionale dei soggetti pubblici e privati accreditati per la formazione nelle discipline oggetto dell’Accordo compreso l’elenco dei docenti da rendere accessibile sui siti istituzionali.

Per scaricare la delibera clicca qui: DGR N. 24

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *