Agricoltura, 65 milioni di euro per i giovani che intendono acquistare un’azienda agricola con mutui a tasso agevolato

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha pubblicato il bando 2017 per il primo insediamento di giovani in agricoltura e che intendono acquistare un’azienda agricola con mutui a tasso agevolato

Risorse totali disponibili: 65 milioni di euro

Il bando è articolato in tre lotti in base alla localizzazione geografica delle operazioni fondiarie:

  • LOTTO 1 comprende le Regioni: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto, Lazio, Marche, Toscana e Umbria per una dotazione finanziaria totale pari a euro 30.000.000,00
  • LOTTO 2 comprende le Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia per una dotazione finanziaria totale pari a euro 30.000.000,00
  • LOTTO 3 comprende i Comuni interessati dal sisma nel 2016 per una dotazione finanziaria totale pari a euro 5.000.000,00

Possono partecipare:  giovani che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda e che, alla data di presentazione della domanda, risultano avere un’età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti, che siano in possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali, attestate da almeno uno dei seguenti documenti – titolo di studio di livello universitario di indirizzo agrario – titolo di studio di scuola media superiore in campo agrario – esperienza lavorativa, dopo aver assolto l’obbligo scolastico, di almeno due anni in qualità di coadiuvante familiare ovvero di lavoratore agricolo, documentata dall’iscrizione al relativo regime previdenziale – attestato di frequenza con profitto ad idonei corsi di formazione professionale

Presentazione delle domande: mediante lo sportello telematico a partire dalle 12 del 28 marzo 2017 fino alle 12 del 12 maggio 2017

Per leggere il bando completo clicca qui: DEF_Testo_Bando_versione_24_03_2017_

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *