Arsenico nell’acqua, interventi immediati e un atto di responsabilità da parte di tutti

Arsenico nell’acqua, serve un atto di responsabilità. Fare chiarezza su quanto si sta verificando nel Comune di Roma, ed in particolar modo nell’area Nord della capitale, è un dovere. Ma prima di tutto dobbiamo pensare a tutte quelle famiglie che stanno affrontando disagi ingenti per l’impossibilità di usufruire di acqua corrente e potabile, che sono in balia di informazioni alklarmanti per la loro salute. Per queste ragioni condivido la scelta dell’onorevole Carfagna di interrogare il governo per fare chiarezza anche su quelle responsabilità che indubbiamente sono in capo al Comune di Roma e alla Regione Lazio. Non dimentichiamo che altre realtà, come la provincia di Latina, hanno avuto il medesimo problema e si sono attivate immediatamente e autonomamente senza necessità di risorse pubbliche per far fronte e risolvere definitivamente “il caso arsenico”. Credo importante portare in Cosiglio regionale quanto sta accadendo ma prima di tutto dobbiamo intervenire e risolvere il problema partendo dalla sua radice e soprattutto evitare che tutto questo accada di nuovo a Roma o in qualsiasi altro Comune del Lazio. I nostri cittadini meritano risposte chiare ed immediate e servizi efficienti e sicuri. Le polemiche oggi più che mai sono inutili, serve azione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *