Autostrada A24, pronti alle barricate contro assurdo aumento del pedaggio

La A24 si conferma l’autostrada più cara d’Europa con il benestare del presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti che, di fronte alla decisione di aumentare questa scellerata gabella a danno dei cittadini, anziché alzare le barricate e difendere le comunità che rappresenta preferisce tacere. Anche quest’anno, infatti, le tariffe sono state aumentate costringendo i cittadini, tra cui famiglie, lavoratori e studenti, a pagare un balzello quotidiano ingiustificato anche a fronte dello stato in cui il tratto di autostrada nel comprensorio di Roma e del Lazio si trova. Il governo Renzi ha cercato di giustificare questi aumenti legandoli all’inflazione. Ma si tratta della solita nuvola di fumo creata ad arte per celare l’ennesima beffa sulle spalle dei pendolari, di lavoratori e di famiglie già vessate sul piano economico e costrette a percorrere questo tratto di autostrada tra Ponte di Nona, Lunghezza e Settecamini, nel quadrante di Roma Est,  a causa della costante congestione delle strade consolari. Fermo restando che è assurdo già pretendere il pagamento del pedaggio nel tratto urbano dell’autostrada siamo pronti ad alzare le barricate per impedire che anche un solo centesimo di maggiorazione sia applicato ai pendolari e a tutti i cittadini che continuano ad essere spremuti a suon di tasse senza avere nulla in cambio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *