Avviso Pubblico avente ad oggetto “Sostegno al processo per la sottoscrizione dei Contratti di Fiume”

Pubblicato sul BURL del 20.06.2019 l’Avviso Pubblico avente ad oggetto “Sostegno al processo per la sottoscrizione dei Contratti di Fiume”, finalizzato alla promozione ed incentivazione dei Contratti di Fiume, Lago, Foce e Costa.

Il presente Avviso è disposto in attuazione di quanto previsto ai commi 95, 96 e 97 dell’articolo 3 della Legge Regionale n. 17/2016, ai fini di promuovere e incentivare la realizzazione dei Contratti di Fiume nel territorio della Regione Lazio.

I Contratti di Fiume contribuiscono al perseguimento degli obiettivi delle normative in materia ambientale con particolare riferimento alla direttiva 2000/60/CE (Direttiva Quadro sulle Acque) che prevede il raggiungimento del “buono stato di qualità dei corpi idrici”, unitamente alla direttiva 2007/60/CE (Direttiva alluvioni) e alle direttive 92/43/CE (Direttiva Habitat) e 2008/56/CE (Direttiva quadro sulla strategia marina) in quanto utile strumento per la prevenzione e riduzione dell’inquinamento, l’utilizzo sostenibile dell’acqua, la protezione dell’ambiente e degli ecosistemi acquatici; la mitigazione degli effetti delle inondazioni e della siccità nonché per il coordinamento e la coerenza delle azioni e degli interventi previsti per l’attuazione delle suddette direttive.

L’art. 68bis del titolo II (distretti idrografici, gli strumenti, gli interventi) della parte terza del D.lgs.152/2006 (Norme in materia ambientale) stabilisce che “ I Contratti di fiume concorrono alla definizione e all’attuazione degli strumenti di pianificazione di distretto a livello di bacino e sottobacino idrografico, quali strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali, unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale di tali aree”.

Il documento d’indirizzo “Definizione e Requisiti qualitativi di base dei Contratti di Fiume” del 12 marzo 2015, prevede che i Contratti di Fiume abbiano ad oggetto un corpo idrico, quale un fiume, lago, costa o foce, o una sua parte e il suo bacino o sub-bacino di riferimento, e che scaturiscano da un processo partecipativo dal basso, articolato nelle seguenti fasi:

Fase A) (avvio del Contratto di Fiume): sottoscrizione di un Documento (o manifesto) di Intenti da parte di una pluralità di promotori che contenga le motivazioni, le criticità specifiche del territorio interessato, la metodologia di lavoro condivisa e gli obiettivi generali, la contemporanea costituzione di un organismo collegiale che rappresentatali promotori ed eventuali successivi aderenti (assemblea, comitato di coordinamento, cabina di regia, ecc.) coordinato da un referente responsabile (soggetto coordinatore);

Fase B): stesura di un’Analisi Conoscitiva Integrata sugli aspetti ambientali, sociali ed economici del territorio oggetto del Contratto di Fiume con la definizione degli obiettivi operativi;

Fase C): elaborazione del Documento Strategico in cui è definito lo scenario, riferito ad un orizzonte temporale di medio-lungo termine, che integri gli obiettivi della pianificazione di distretto e più in generale di area vasta, con le politiche di sviluppo locale del territorio;

Fase D): definizione del Programma d’Azione in cui sono indicati gli attori interessati, i rispettivi obblighi e impegni, i tempi e le modalità attuative, le risorse umane ed economiche necessarie, nonché la relativa copertura finanziaria e sottoscrizione del Contratto di Fiume con relativa assunzione formale e vincolante degli obblighi ed impegni da parte di tutti i contraenti.

Finalità:l’Avviso sostiene finanziariamente il processo per la sottoscrizione dei Contratti di Fiume avviati e che riguardano in tutto o in parte il territorio della Regione Lazio, al fine di darne piena esecutività.

Destinatari:

a. un Ente Pubblico;

b. un ente privato privo di finalità lucro e in possesso di un proprio conto corrente e codice fiscale al momento della presentazione della Domanda via PEC, nonché in possesso dei requisiti generali di ammissibilità riportati nell’Appendice 1 all’Avviso.

Natura ed intensità del contributo: l’Avviso ha una dotazione finanziaria di 300.000,00 euro a valere sul bilancio regionale 2017- 2019 nell’ambito del programma 01 “Difesa del suolo” della missione 09 “Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente”.

Il contributo è a fondo perduto e potrà essere riconosciuto nella misura del 100%, al netto dell’eventuale cofinanziamento, delle Spese Ammesse e quindi Effettivamente Sostenute.

Il contributo per ciascun Progetto non può superare complessivamente 30.000 Euro.

Spese ammissibili:relative alle fasi (A, B, C e D) come sopra indicate.

Modalità e termini di presentazione delle richieste: Le richieste di contributo dovranno essere inviate via PEC all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova,it a partire dalle ore 12 del 10 luglio 2019 e fino al alle ore 18 del 10 settembre 2019.

Per leggere l’Avviso completo, cliccare qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *