Regione Lazio, Avviso pubblico per la valorizzazione delle dimore e dei giardini storici

Pubblicato sul BUR n. 101 del 17/12/2019 il nuovo Avviso pubblico per la concessione di contributi destinati alla valorizzazione di dimore, ville, complessi architettonici, parchi e giardini di valore storico e culturale pubblici o privati iscritti nella omonima Rete regionale.

La Regione sostiene  interventi di restauro, manutenzione ordinaria e messa in sicurezza che siano in grado di migliorare l’accessibilità e la fruibilità pubblica dei beni da realizzarsi nel biennio 2020-2021.

Sarà possibile richiedere un contributo regionale fino ad euro 50.000, per la copertura del 50% delle spese per i soggetti privati o il 70% per i soggetti pubblici. Nel caso di piccoli comuni o comuni in stato di dissesto finanziario, è prevista da quest’anno la possibilità di copertura fino al 100% fermo restando il tetto massimo del contributo pari a euro 50.000.

L’Avviso si inserisce in una strategia regionale complessiva di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale del territorio: la mappatura di palazzi, castelli, ville, abbazie, parchi e giardini storici, grazie agli aggiornamenti annuali della Rete,  permette una conoscenza di prima mano, dettagliata e approfondita delle caratteristiche  e della  diffusione territoriale di questo vasto insieme di luoghi della cultura non sempre noto e sufficientemente valorizzato.

Le tre edizioni di apertura straordinaria e gratuita degli stessi siti, organizzate in collaborazione con l’Agenzia regionale di promozione turistica, hanno rappresentato altrettante occasioni per far conoscere e apprezzare ad un vasto pubblico anche realtà meno note o nascoste.

Il coinvolgimento dei giardini e parchi della Rete nel recente progetto regionale Ossigeno ne ha invece evidenziato il valore sotto il profilo della tutela ambientale e paesaggistica.

Possono fare domanda entro le ore 23:59 del 2 marzo 2020 soggetti, pubblici e privati, proprietari di dimore, ville, complessi architettonici e paesaggistici, parchi e giardini di valore storico e storico-artistico, inseriti senza riserva, al momento di presentazione della domanda, nella Rete regionale.

Per leggere l’Avviso completo, cliccare qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *