Bando per la selezione di 40 tirocinanti presso la Procura generale della Corte di Cassazione

E’ indetta la procedura per la selezione di n. 40 tirocinanti da immettere presso la Procura generale della Corte di Cassazione. Il tirocinio avrà inizio nel mese di giugno 2023 e terminerà nel dicembre 2024.

Requisiti di partecipazione:
La formazione è riservata ai laureati in Giurisprudenza che, all’esito di un corso di laurea almeno quadriennale siano in possesso dei requisiti di onorabilità, abbiano riportato una media di almeno 27/30 negli esami di diritto (costituzionale, privato, processuale civile, commerciale, penale, processuale penale, lavoro e amministrativo) con un punteggio laurea non inferiore a 105/110, non abbiano compiuto i trenta anni di età.

Modalità di partecipazione al tirocinio:
Il periodo di formazione teorico-pratico presso la Procura generale avrà la durata complessiva di 18 mesi; gli ammessi avranno accesso ai fascicoli processuali e potranno partecipare alle udienze. Lo svolgimento del tirocinio non dà diritto a nessun compenso salvo eventuale assegnazione di borsa di studio. Sussiste divieto di svolgere attività professionale dinanzi all’Ufficio dove si svolge il tirocinio formativo. Il tirocinio può essere svolto contestualmente ad altre attività, compreso il dottorato di ricerca, il tirocinio per l’accesso alla professione di avvocato o di notaio e la frequenza ai corsi delle Scuole di Specializzazione per le Professioni legali. Durante il tirocinio gli ammessi non potranno esercitare il tirocinio per l’accesso alla professione forense presso la Corte di Cassazione. L’attività si svolgerà sotto la guida e il controllo degli Avvocati generali e dei Sostituti che presiedono alle attività dell’Ufficio di Spoglio, Analisi e Documentazione USAD e dell’Ufficio per il Processo UPP.

Modalità di presentazione della domanda:
Gli interessati potranno presentare domanda di partecipazione entro venerdì 17 marzo 2023 esclusivamente attraverso la Nuova Piattaforma Informatica predisposta dal Ministero della Giustizia.

Per maggiori informazioni clicca qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *