Castelforte, sede permanente dei Vigili del Fuoco, risposta positiva del Ministro alla richiesta di operatività H24. Ora andare avanti

Distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco di Castelforte operativo h24 da luglio, un importantissimo traguardo raggiunto nell’interesse e per la sicurezza dei nostri cittadini grazie alla collaborazione istituzionale a tutti i livelli. Oggi si è svolta l’inaugurazione della nuova sede operativa e, proprio ieri, è arrivata la risposta del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, alla nota che ad ottobre 2014 gli avevo inviato chiedendo un intervento immediato finalizzato a mettere in atto tutte le azioni per rendere permanente il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Castelforte, così come previsto da decreto ministeriale, dotandolo di adeguata pianta organica per garantire l’incolumità pubblica delle comunità che risiedono nell’area del sud pontino. Nella sua nota il Ministro mi comunica che: “rispondendo alla sua lettera con la quale mi ha rappresentato la questione riguardante la continua operatività del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Castelforte, sono particolarmente lieto di poter condividere il raggiungimento di tale importante obiettivo, con l’attivazione del distaccamento anche nelle ore serali e notturne, a partire dallo scorso 16 luglio”. Il presidio ricopre un ruolo indispensabile per i servizi resi dal Comando provinciale di Latina, come dimostra l’altissimo numero di interventi già effettuati, in un’area ad alto rischio emergenziale perché collocata a ridosso dei confini tra Lazio e Campania, con molti insediamenti produttivi, alberghi, stabilimenti balneari e turistici, ampie distese boschive e scuole. La sua piena operatività si traduce in un passo avanti fondamentale per aumentare la sicurezza di un territorio, rappresentato dai comuni di Castelforte, Santi Cosma e Damiano, Minturno e Spigno Saturnia, compromesso da numerose criticità quali il pericolo di frane e smottamenti che minacciano sia la viabilità che le abitazioni, il pericolo derivante dalle frequenti inondazioni e dalle piene del fiume Garigliano e di alcuni canali di raccolta delle acque piovane, la presenza di siti produttivi e il potenziale pericolo connesso ai lavori di dismissione in opera alla ex centrale nucleare del Garigliano. In questo modo è stata data una risposta concreta, grazie alla piena collaborazione e alla sinergia tra le istituzioni coinvolte nell’esclusivo interesse dei cittadini, alle esigenze di una comunità di circa 40 mila abitanti, che in estate raggiunge le 100 mila unità, dotandola di servizi efficienti. Mi auguro che, dopo questo obiettivo raggiunto, il Ministero provveda presto affinché la sede dei Vigili del Fuoco sia ampliata ulteriormente, dotata di mezzi sempre più efficienti e di una pianta organica più numerosa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *