Corrieri ortofrutticoli di Fondi, la soluzione sul tavolo della conferenza delle Regioni

CORRIERI ORTOFRUTTICOLI DI FONDI, LA SOLUZIONE SUL TAVOLO DELLA COMMISSIONE INFRASTRUTTURE DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI

Dare risposte ai cittadini è il nostro dovere come istituzioni. Per questo, a seguito della segnalazione da parte dell’assessore ai trasporti e ai lavori pubblici del Comune di Fondi, Onorato Di Manno, che ha raccolto le istanze dell’Associazione dei corrieri ortofrutticoli di Fondi mi sono attivato al fine di trovare una soluzione per gli operatori del comparto.
Dopo aver inviato una nota al presidente della Regione Lazio Zingaretti e all’assessore alla mobilità regionale Civita, ho contattato personalmente l’assessore ai trasporti della Regione Campania Sergio Vetrella rappresentandogli l’esigenza di istituire una fermata, alla Stazione ferroviaria Fondi-Sperlonga, del treno regionale veloce n.2419 che parte da Roma Termini alle 14.56. L’assessore mi ha comunicato che ha provveduto a trasmettere la richiesta alla Segreteria Tecnica della Commissione Infrastrutture, Mobilità, Governo del territorio nella Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, da lui presieduta affinché possa essere trattata nell’ambito della Commissione stessa. L’attività svolta dai Corrieri ortofrutticoli di Fondi impone spostamenti e tempistiche che incidono fortemente sull’organizzazione delle attività commerciali al dettaglio. L’istituzione di una fermata del treno regionale alla stazione di Fondi – Sperlonga può migliorare la qualità di vita di centinaia di pendolari che ogni giorno, da anni, portano nei mercati rionali di Roma i prodotti della nostra terra.
L’agroalimentare è un settore chiave per la nostra economia ma, soprattutto, può rappresentare la chiave di volta per uscire dalla crisi. In questo contesto i corrieri ortofrutticoli di Fondi rappresentano un perno della produzione di qualità dei nostri territori e come tale non possono e non devono essere abbandonati a se stessi. Il nostro dovere come istituzioni deve essere quello di rispondere in tempi rapidi alle esigenze dei cittadini. Dobbiamo essere capaci di far tornare le pubbliche amministrazioni ad essere garanti di più servizi uscendo dalla logica che i servizi siano solo un onere economico e non una opportunità di sviluppo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *