Demanio, Zingaretti e la sua maggioranza sordi a qualsiasi proposta ragionevole

La maggioranza che governa la Regione Lazio, come al solito, si è dimostrata sorda ad ogni proposta di ragionevolezza. Nel corso del consiglio regionale di oggi abbiamo chiesto, come opposizione, la sospensione della discussione sulla proposta di legge che riguarda “Disposizioni relative all’utilizzazione del demanio marittimo per finalità turistiche e ricreative”. La nostra richiesta è scaturita dalla necessità di fare chiarezza su una leggina di quattro articoli, di cui i primi tre contenenti semplici specifiche, che ha visto sull’articolo quattro la presentazione di circa 230 emendamenti. Avevamo proposto che la proposta di legge tornasse in commissione dove le proposte avanzate potevano essere analizzate e confluire in un testo più condivisibile. Come volevasi dimostrare la maggioranza guidata dal presidente Zingaretti ha preferito andare avanti confermando la volontà della Regione, di cui questa proposta di legge è simbolo, di privare i Comuni delle loro competenze e di ingessare, anziché agevolare, lo sviluppo dei nostri territori. Un tentativo della Regione di sostituirsi agli Enti locali allontanando ancora una volta i servizi dai cittadini.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *