Fondi, sul rilancio del Mof non accettiamo scuse da Zingaretti

Non accetteremo mai che il presidente Zingaretti continui, sull’onda del disinteresse, a penalizzare una struttura unica nel potenziale ed eccezionale per indotto come il Mof di Fondi. Questa è la conclusione dell’incontro e della visita, che questa mattina i consiglieri regionali di Forza Italia, Giuseppe Simeone, Antonello Aurigemma e Mario Abbruzzese – insieme al sindaco uscente di Fondi di Forza Italia Salvatore De Meo ( e ricandidato nuovamente alle prossime elezioni) e ai candidati di coalizione al consiglio comunale – hanno effettuato presso la struttura. In questa occasione hanno incontrato tutti gli operatori che lavorano all’interno del mercato ortofrutticolo, hanno ascoltato le loro posizioni, raccolto i loro timori e con loro si sono confrontati sul futuro di quella che è la seconda piattaforma logistica agroalimentare più grande d’Europa. Si è trattata di una occasione unica per fare chiarezza, ma anche per rinsaldare il rapporto tra gli operatori del Mof e le Istituzioni. “La situazione di stallo, che il Mof sta vivendo, rischia di schiacciare gli operatori. Il nostro impegno in Regione – spiegano all’unisono i tre consiglieri regionali di Forza Italia – è e sarà quello di mettere in campo tutte le azioni necessarie e fare in modo che la Regione e il presidente Zingaretti si assumano le proprie responsabilità, e con  azioni sinergiche tengano fede ai proprio impegni, aumentando la presenza e la partecipazione all’interno della struttura. Oggi la parola d’ordine deve essere coerenza, anche per evitare inutili strumentalizzazioni e che gli operatori diventino oggetto di notizie false e travianti”.

“L’imperativo è procedere ad una immediata riorganizzazione della struttura – spiega il consigliere regionale Simeone– e la Regione deve smettere di sfuggire ai propri impegni. Per farlo si deve partire dal piano industriale costruito a quattro mani con la stessa Regione e che ha in calce il parere implicito e favorevole degli assessori competenti in materia: Sartore ( Bilancio), Fabiani (Attività Produttive) e Ricci (Agricoltura). Dobbiamo ottenere che in tempi brevi gli operatori del Mof ottengano le somme anticipate e investite per la ristrutturazione. La Regione non deve venir meno all’impegno assunto con gli operatori, e deve procedere al più presto alla ricapitalizzazione del Mof. Zingaretti in questo modo avrebbe l’occasione di dimostrare, almeno una volta, che sa mantenere la parola data. Non sono mai stati chiesti finanziamenti a pioggia, ma che la Regione ci metta la faccia”

I consiglieri regionali hanno confermato che la risoluzione del lodo è importante ma non fondamentale. Oggi la priorità è il rilancio. “Dobbiamo affrontare al meglio questa situazione – spiega Abbruzzese – e già da oggi la nostra presenza qui testimonia l’impegno di tutta Forza Italia nei confronti degli operatori del Mof, al fianco dei quali intendiamo fermamente lavorare al fine di risolvere le criticità esistenti. Il Primo passo da attuare – aggiunge – e che ci vede già in prima linea, sta negli emendamenti da presentare alla proposta di legge regionale sul commercio, che sarà presto discussa in commissione attività produttive, di cui sono vice presidente. A questo dobbiamo aggiungere tutta una serie di azioni che consentiranno al Mof anche di accedere ai finanziamenti europei, che presto saranno disponibili proprio per questo settore”.

Continuità e coerenza sono le parole d’ordine. “Oggi la questione del lodo arbitrale – spiega il Capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Aurigemma – è solo una banale scusa dietro cui Zingaretti e i suoi si stanno nascondendo. Oggi, il nostro obiettivo è dare un futuro al Mof e ad un indotto di circa seimila persone. Non dobbiamo contare ad una singola azione, ma ad un percorso complessivo e comune che veda protagonisti le istituzioni e tutti gli operatori. Oggi l’agricoltura è l’unico settore che ha tenuto in termini di occupazione nonostante la crisi economica, e per questo va sostenuta con ogni mezzo”. L’incontro con gli operatori si è concluso con l’impegno assunto dai consiglieri regionali di Forza Italia di creare un tavolo permanente, al quale prendano parte gli operatori del Mof e il sindaco di Fondi, in modo da avere sempre un nodo di congiunzione tra il Mof e le istituzioni. “Subito dopo l’esito della campagna elettorale – concludono i tre consiglieri regionali – incontreremo di nuovo gli operatori e insieme a loro costruiremo questo percorso, per il rilancio di questa struttura fondamentale per l’economia della provincia di Latina, per tutto il Lazio. Lavoreremo per fare della proposta di legge sul commercio una norma, non interpretabile e di supporto alle realtà produttive e, contemporaneamente, continueremo a lavorare perché anche sul piano infrastrutturale il Mof possa trovare nuovi capisaldi da cui ripartire”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *