GAL Aurunci e Valle dei Santi, 100mila euro per la Cooperazione orizzontale e verticale tra gli attori della filiera per l’avvio e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali

La misura coinvolge due o più soggetti per la realizzazione di un unico progetto, è finalizzata a promuovere l’approccio cooperativo qualora questo determini un evidente vantaggio rispetto all’approccio singolo, ed è volta a offrire nuove opportunità di aggregazione di più soggetti, da mettere a sistema, superando gli svantaggi della frammentazione.

Nel Gruppo d’Azione Locale Aurunci e Valle dei Santi sono ricompresi i Comuni di Ausonia, Esperia, Castelforte, Castelnuovo Parano, Coreno Ausonio, Pignataro Interamna, Sant’Ambrogio sul Garigliano, Sant’Andrea del Garigliano, Sant’Apollinare, San Giorgio a Liri, Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia, Vallemaio.

L’operazione si pone l’obiettivo di: promuovere l’organizzazione della filiera alimentare, comprese la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, con particolare riguardo a migliorare la competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso: i regimi di qualità, la creazione di un valore aggiunto per i prodotti agricoli, la creazione di strutture per la trasformazione e/o commercializzazione in ambito locale, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte; migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l’ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività.

I beneficiari dell’intervento sono partenariati, anche nella forma di poli o reti, di nuova costituzione o che intraprendano nuove attività costituiti da imprese agricole che si organizzano, anche con altri soggetti (intermediari commerciali in numero non superiore a uno, e imprese che svolgono attività di trasformazione) al fine di avviare la filiera corta.

Il partenariato, nelle forme di poli o reti di nuova costituzione o che intraprendono una nuova attività, deve essere costituito da almeno due soggetti tra: − imprese agricole − imprese che svolgono attività di trasformazione; − imprese della commercializzazione dei prodotti agroalimentari.

Per il presente bando pubblico è prevista una dotazione finanziaria complessiva di Euro 100.000,00 (centomila/00).

Il sostegno è erogato come contributo in conto capitale. Il contributo minimo ammissibile è di 20.000,00 euro per ciascun progetto di cooperazione. Il contributo massimo ammissibile è di 50.000,00 euro per ciascun progetto di cooperazione.

Termini di presentazione: la presentazione delle domande di sostegno deve avvenire entro le ore 23:59 del 04/11/2019.

Per leggere il bando completo cliccare qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *