GAL Aurunci e Valle dei Santi, 80mila euro per la diversificazione agricola in attività sanitarie, di integrazione sociale, agricoltura per comunità e/o educazione ambientale/alimentare

L’agricoltura sociale rappresenta uno strumento importante per favorire la lotta alla marginalizzazione delle fasce più deboli della popolazione, con particolare riferimento all’insieme di pratiche svolte da aziende agricole, cooperative sociali e altre organizzazioni del Terzo Settore, in collaborazione con i servizi socio-sanitari e gli enti pubblici competenti del territorio.

Nel Gruppo d’Azione Locale Aurunci e Valle dei Santi sono ricompresi i Comuni di Ausonia, Esperia, Castelforte, Castelnuovo Parano, Coreno Ausonio, Pignataro Interamna, Sant’Ambrogio sul Garigliano, Sant’Andrea del Garigliano, Sant’Apollinare, San Giorgio a Liri, Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia, Vallemaio.

L’operazione16.9.1 sostiene i progetti riguardanti l’agricoltura sociale promossi e realizzati da partenariati tra soggetti pubblici e privati.

Gli interventi oggetto del progetto di cooperazione, in ragione di quanto disposto dalla legge 141/2015, possono essere diretti a realizzare le seguenti tipologie di intervento:

  1. Inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e di lavoratori svantaggiati, dipersone svantaggiate e di minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione esostegno sociale;
  2. Prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali mediante l’utilizzazione dellerisorse materiali e immateriali dell’agricoltura per promuovere, accompagnare e realizzare azioni volte allo sviluppo di abilità e di capacità, di inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione e di servizi utili per la vita quotidiana;
  3. Prestazioni e servizi che affiancano e supportano le terapie mediche, psicologiche e riabilitative finalizzate a migliorare le condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive dei soggetti interessati anche attraverso l’ausilio di animali allevati e la coltivazione delle piante;
  4. Progetti finalizzati all’educazione ambientale e alimentare, alla salvaguardia della biodiversità nonché alla diffusione della conoscenza del territorio attraverso l’organizzazione di fattorie sociali e didattiche riconosciute a livello regionale, quali iniziative di accoglienza e soggiorno di bambini in età prescolare e di persone in difficoltà sociale, fisica e psichica.

Dotazione finanziaria: per il presente bando pubblico è prevista una dotazione finanziaria complessiva di spesa pubblica pari a Euro 80.000,00 (ottantamila/00).

Termini di presentazione: la presentazione delle domande di sostegno deve avvenire entro le ore 23:59 del 04/11/2019.

Per leggere il bando completo, cliccare qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *