Garanzia Giovani, vergognosi ritardi nei pagamenti. La Regione così cancella il futuro

La manifestazione di questa mattina sotto la sede della Regione Lazio che vede tanti giovani chiedere ragione dei ritardi nei pagamenti relativi al progetto “Garanzia Giovani” è solo l’ultima brutta pagina di una iniziativa che doveva dare nuovo impulso all’occupazione ma che si è rivelata un vero e proprio flop. Sono mesi che si sommano le denunce sulle mancate retribuzioni. Settimane che alla voce dei ragazzi “beffati” si aggiunge quella dei sindacati che evidenziano i tanti problemi in merito alla presa in carico dei giovani e soprattutto rispetto alla burocrazia che rallenta le procedure anche dei semplici rimborsi. Si tratta di una situazione vergognosa. Zingaretti ha promosso l’avvio di “Garanzia Giovani” come la panacea di molti mali sul piano dell’occupazione. Ma alla campagna mediatica non sono seguiti i fatti. Oggi, nel totale disinteresse di Zingaretti, con questa iniziativa si stanno tradendo la fiducia e le speranze dei nostri ragazzi che ci mettono impegno e risorse proprie pur di avere almeno una porta aperta sul futuro. Il presidente della Regione non continui a nascondersi nel silenzio. Intervenga, comunichi ai ragazzi cosa intende fare per accelerare le procedure e mettere a sistema il progetto “Garanzia Giovani”. E, almeno questa volta, non scarichi le responsabilità su altri.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *