Imprese, la Regione posticipa termini per bandi internazionalizzazione

A seguito dell’emergenza nazionale legata al diffondersi del coronavirus e del fatto che molti eventi fieristici internazionali sono stati spostati o annullati e che altri potranno esserlo nel prossimo futuro, la Regione Lazio ha posticipato di un mese le date di due nuovi bandi per favorire l’internazionalizzazione delle imprese del territorio, originariamente previsti per il 5 e per il 9 marzo: si tratta della seconda finestra del “Voucher per l’Internazionalizzazione” che partirà il 6 aprile e del bando “Progetti di Internazionalizzazione” che aprirà il 15 aprile.
È stato deciso inoltre di posticipare il termine per concludere e rendicontare i progetti realizzati nel quadro della prima finestra del bando “Voucher”.

Il bando “Voucher per l’Internazionalizzazione” ha una dotazione complessiva di 5 milioni di euro, divisa in due finestre temporali da 2,5 milioni di euro ciascuna, e sostiene gli interventi di internazionalizzazione per favorire l’accesso sui mercati esteri di micro, piccole e medie imprese.

La seconda finestra aprirà, dunque, invece del 5 marzo come originariamente previsto, a partire dalle ore 12 del 6 aprile fino alle ore 18 del 29 maggio 2020, periodo nel quale sarà possibile inviare la domanda esclusivamente tramite posta PEC. Il relativo formulario è invece già compilabile sulla piattaforma GeCoWEB di Lazio Innova.

Modifiche temporali anche per la prima finestra, che ha ricevuto 247 domande (delle quali 194 ammesse) da altrettanti soggetti, per 3,5 milioni di contributi richiesti: “Per fare fronte alle prevedibili difficoltà legate al momento che stiamo vivendo, abbiamo deciso di prorogare il termine entro il quale le imprese dovranno concludere e rendicontare i progetti, termine che passa dall’originario 30 novembre 2020 al 31 luglio 2021. Abbiamo anche stabilito delle modalità per rimodulare gli stessi progetti, alla luce della nuova situazione generata dall’emergenza coronavirus. Non dobbiamo sottovalutare nulla e faremo tutto ciò che è possibile per sostenere ancora di più il nostro Made in Italy, aiutando le imprese a superare le difficoltà di questa fase economica”, così Paolo Orneli, assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-Up e Innovazione della Regione Lazio.

Il bando “Progetti di Internazionalizzazione” ha 5 milioni di euro di dotazione finanziaria per contributi a fondo perduto (fino al 50% delle spese sostenute) alle micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata che realizzano investimenti per l’accesso ai mercati internazionali. È possibile presentare i progetti a partire da 36mila euro, con un contributo massimo concedibile di 200mila euro. Il bando sarà aperto a partire dal 15 aprile fino al 24 luglio 2020, mentre i formulari online sono già compilabili sulla piattaforma GeCoWEB.

Si tratta di due misure che fanno parte del più ampio Piano regionale l’internazionalizzazione che ha tre obiettivi prioritari: sostenere le imprese del Lazio nei percorsi di espansione sui mercati globali, favorire le aggregazioni in modo che le PMI siano più forti e presenti nella competizione globale e sostenere l’attrazione degli investimenti esterni nel Lazio.
Il Piano si sviluppa con “interventi diretti”, finanziati dal POR FESR 2014-2020 con 15 milioni di risorse per “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione in favore delle PMI”, per i cosiddetti “voucher” e per i “Progetti di Promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale e settoriale”. Ma anche di “interventi indiretti”, finanziati con circa tre milioni di euro di risorse regionali per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, per promuovere processi di incoming e outgoing (ossia di promozione tanto della proiezione all’estero di imprese laziali che di attrazione di investimenti stranieri nel Lazio), business matching, partecipazione a fiere internazionali e acquisto di servizi innovativi per l’internazionalizzazione. Il tutto completato da un sistema integrato di azioni e promozione pensato per migliorare l’attrattività del Lazio per gli investitori esteri.

Per leggere la Determinazione 6 marzo 2020, n. G02590, cliccare qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *