L’Asl di Latina è ancora terra di conquista

  • La campagna elettorale di Nicola Zingaretti per le primarie continua e fa tappa in provincia di Latina, attraverso la nomina di un uomo del Pd alla direzione amministrativa dell’Asl pontina. Giorgio Casati starebbe per avvalersi di un esponente vicino al governatore della Regione completando così la governance dell’azienda sanitaria locale. Ancora una volta la scelta sarebbe ricaduta su una professionalità esterna alla nostra provincia. Un modus operandi costante, quello delle gestioni di centrosinistra, da sempre poco attente alle istanze locali. Zingaretti dunque prosegue nella lunga campagna tutta interna al Pd verso la segreteria nazionale, al tempo stesso non posso non registrare il fatto che il manager Casati si presti ad assecondare questa operazione di matrice politica. Nonostante tutti i problemi della nostra sanità, con forti criticità nelle strutture ospedaliere come nel territorio, il vertice dell’Asl esegue i diktat del governatore. Ma soprattutto dobbiamo constatare che l’area pontina continua ad essere terra di conquista. Da troppi anni si assiste ad un vero e proprio ‘saccheggio’ a scapito delle professionalità locali, che pure sono tante ed apprezzate. Vorrei porre una domanda sia a Zingaretti che a Casati: quanto tempo dovrà passare prima di vedere un pontino ricoprire un ruolo guida nella sanità di questa provincia?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *