Le misure straordinarie del Gruppo CDP per sostenere imprese e territorio

Il Gruppo CDP sostiene il tessuto produttivo e le comunità del nostro Paese in questo momento difficile a livello nazionale e internazionale attivando un pacchetto di interventi a sostegno di tutte le imprese italiane e delle pubbliche amministrazioni, che si trovano a fronteggiare quotidianamente l’emergenza.

Accesso al credito: plafond di 7 miliardi di euro per finanziare le tue esigenze di capitale circolante, investimenti e attività di export e internazionalizzazione, in partnership con il sistema bancario.

Moratorie e dilazioni: previsto un pacchetto di moratorie e dilazioni di pagamento, in complementarietà con il sistema bancario, per garantire loro supporto e flessibilità.

Plafond Mid-Large Corporate
Un nuovo strumento di garanzia a supporto delle imprese. La misura, che nasce per fornire ulteriore liquidità alle medie e grandi imprese italiane, sarà operativa nel giro di poche settimane e, grazie alla contro-garanzia statale, potrà garantire nuovi finanziamenti fino a 10 miliardi di euro.

Finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione (Legge n. 394) 
Rafforzamento del Fondo rotativo Legge n. 394 che ad oggi supporta le imprese attraverso finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione, con la costituzione di una sezione separata dello stesso Fondo che permetterà co-finanziamenti a fondo perduto fino al 50% dei finanziamenti concessi. I criteri e le modalità saranno stabiliti nelle prossime settimane dal Comitato agevolazioni.

Mutui enti locali: Sostegno alle amministrazioni locali con il differimento del pagamento delle rate in scadenza.

Per maggiori informazioni, contatta il Contact Center dedicato al numero 06.6736002 inoltre sempre attivo anche il numero verde 800.020.030.

Per visitare il sito dedicato alle misure, clicca sul seguente link: https://cdp.it/sitointernet/it/misure_coronavirus.page?utm_source=Manzoni&utm_medium=Banner&utm_campaign=CDP-per-Italia-Marzo20

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *