Legge elettorale: Zingaretti ci dica se vuole eliminare listino

Oggi si è tenuta la Commissione Affari Costituzionali per la modifica della legge elettorale. Siamo ancora in una fase di stallo, anche nella seduta odierna abbiamo preso atto di come la maggioranza stia continuando a fare melina, senza entrare nel merito della discussione. Ora, però, è il momento della verità: da alcuni mesi la proposta di legge e’ arrivata in commissione. Tale proposta era stata firmata all’unanimità da tutti i capigruppo consiliari e prevedeva l’eliminazione del listino bloccato e l’inserimento della doppia preferenza di genere. Arrivati a pochi mesi dalle elezioni, Zingaretti e il Pd sembrano aver cambiato idea e non vogliono togliere il listino. Tra l’altro, in questo modo il governatore non farebbe altro che contraddire se stesso, e questo non rappresenterebbe neanche una novità, visto che nel suo programma elettorale era prevista proprio l’abolizione del listino. Con questo atteggiamento l’attuale amministrazione, continuando a non affrontare concretamente il tema, fa soltanto perdere tempo alla commissione e a tutti. A questo punto, è inutile tergiversare, sei mesi sono bastati: ora si porti la questione in aula e in quella sede Zingaretti dovrà uscire allo scoperto, assumendosi le proprie responsabilità, e dovrà dirci una volte per tutte la verità, ossia che intende andare al voto lasciando il listino. Il presidente della Regione ci eviti ulteriori perdite di tempo su una discussione, che lui stesso sta rischiando di trasformare in ‘farsa’.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *