Legge tutela salute sessuale e fertilità maschile: servono screening annuali su tutta la popolazione maschile del Lazio

Esprimo la mia personale soddisfazione per l’approvazione della PL 18 sulla tutela della salute sessuale e della fertilità maschile. Una proposta di legge che non ho esitato a firmare.
Ho però chiesto ed ottenuto che vengano effettuati screening annuali su tutta la popolazione maschile del Lazio. Una delibera di giunta dovrà stabilire le modalità ed i tempi di queste indagini diagnostiche.
Si è infatti recentemente constatato che dopo l’abolizione della leva obbligatoria, in cui nei cosiddetti tre giorni di visita avveniva uno screening di massa, questo fenomeno è divenuto sommerso e senza più controlli. Ebbene, oltre il 70% dei ragazzi un tempo sottoposti alla visita, presentava patologie ai genitali. Ora questo obbligo non c’è più, ma la Regione deve intervenire con piani di screening con cadenza annuale per tutta la popolazione maschile del Lazio. Tali disturbi diventano soprattutto un problema di carattere sociale, poiché portano il 35% dei giovani con patologie ad assumere sostanze stupefacenti per sopperire ad una sensazione di insicurezza. La nuova legge regionale mira quindi a tutelare la salute dei ragazzi, attraverso un programma di screening e prevenzione delle patologie andrologiche per tutti gli uomini di età compresa tra i 15 e i 24 anni, proponendo di creare una serie di strutture di andrologia urologica presso le aziende sanitarie locali per intercettare, diagnosticare e trattare le patologie.
Ritengo infine utile a questi scopi anche l’istituzione del Registro regionale delle patologie uro-andrologiche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *