Pendolari: continuano i disagi, interrogazione urgente su fermata treni a stazione di Torricola su linea Roma – Napoli

La revisione degli orari dei treni, attuata dal presidente Zingaretti e dalla sua giunta a partire dal dicembre 2016, tra ritiri, cambiamenti, ripensamenti in corsa, ha portato ad un solo risultato che è il disastro totale che si conta nel disagio costante per i tantissimi pendolari della provincia di Latina e del Lazio. Sono mesi che chiediamo a Zingaretti e all’assessore Civita di ascoltare i cittadini e rendere il piano, schizofrenico sin dalla sua presentazione, compatibile con le esigenze delle comunità che rappresentiamo ma nulla è stato fatto. Tanto che ogni giorno, come oggi, riceviamo dai pendolari l’ennesimo appello ad intervenire. In particolare quello che ci è stato sottoposto è il problema riguardante la stazione di Torricola, con riferimento alla fermata dei treni diretti a sud di Latina con destinazione Formia/Minturno/Napoli. Grazie alle variazioni introdotte dal nuovo piano orario, attuato dalla Regione Lazio e da Trenitalia sulla tratta FL7, Roma – Napoli, infatti sono stati cancellati gli unici due treni che fermavano a Torricola. Scelta priva di ogni logica considerato che questi treni consentivano a centinaia di pendolari di poter rientrare da una giornata di lavoro in orari umani. Scelta insensata che si misura in quei 28 minuti di attesa allo scalo della stazione di Latina che i pendolari diretti nei Comuni del sud pontino devono aspettare ogni giorno per prendere la coincidenza del treno successivo che li riporterà a casa e che si sommano a disagi fatti di guasti, ritardi e giornalieri imprevisti che rendono la loro vita un calvario. E’ assurdo che per effettuare con il treno 90/100 km si debbano impiegare due ore con tempi di attesa di oltre mezzora. Ed è ancora più assurdo che, nonostante il fallimento conclamato del nuovo piano orario, Zingaretti e Civita non abbiano accolto le proposte di rettifica avanzate tra cui quella di ripristinare le fermate di Torricola, nel particolare, e quella di rendere gli orari dei treni compatibili con un piano mobilità efficiente e soddisfacente di cui oggi non vi è traccia. Sull’ennesimo disagio di cui stanno facendo le spese solo i cittadini sto predisponendo una interrogazione urgente per sapere, direttamente da Zingaretti se ci farà il piacere di palesarsi e dall’assessore Civita, se intendano rispondere a questo ennesimo grido di dolore proveniente dai pendolari ripristinando le fermate alla stazione di Torricola che consentiranno ai pendolari almeno di ridurre, eliminare ormai sembra essere diventato un miraggio a causa delle inadempienze di chi oggi governa questa Regione, i disagi di quella via crucis chiamata mobilità del Lazio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *