Protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito di attività di pesca sostenibili

Il presente avviso pubblico stanzia una dotazione finanziaria pari a euro 427.926,15.
L’investimento massimo ammissibile sarà pari a 100.000,00 euro, mentre l’investimento minimo ammissibile sarà pari a 10.000,00 euro.

Determinazione 19 maggio 2021, n. G05932
Reg. (UE) n. 508/2014 – P.O. FEAMP 2014/2020 – Approvazione avviso pubblico Misura 1.40 – Protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito di attività di pesca sostenibili Art. 40, par. 1, lett. a), c), e), f), g), i) del Reg. (UE) n. 508/2014.

La Misura è attuata al fine di proteggere e ripristinare la biodiversità e gli ecosistemi marini mediante la realizzazione di strutture a protezione di ecosistemi sensibili; la Misura si propone altresì di promuovere il miglioramento della gestione degli stock ittici, dando priorità al ripristino ed alla costruzione di protezioni.

Sono ritenuti ammissibili i seguenti interventi:
a) sistemi di raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare (attrezzi da pesca perduti e dei rifiuti marini);
c) contributo a una migliore gestione o conservazione delle risorse biologiche marine;
e) gestione, ripristino e monitoraggio dei siti NATURA 2000;
f) gestione, ripristino e monitoraggio delle zone marine protette;
g) consapevolezza ambientale che coinvolga i pescatori nella protezione e nel ripristino della biodiversità marina;
i) partecipazione ad altre azioni volte a mantenere e favorire la biodiversità e i servizi ecosistemici.

Sono ammissibili a finanziamento:

  • Pescatori, limitatamente agli interventi;
  • Armatori di imbarcazioni da pesca iscritti nel Registro delle imprese di pesca, limitatamente agli
    interventi;
  • Consigli consultivi;
  • Organizzazioni di pescatori riconosciute dallo Stato Membro 1
  • Organismi non governativi in partenariato con organizzazioni di pescatori riconosciute dallo Stato
    Membro, in forma di ATI o ATS, limitatamente agli interventi;
  • Organismi scientifici o tecnici di diritto pubblico, limitatamente agli interventi

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande di sostegno dovranno essere inviate a mezzo PEC entro il sessantesimo giorno dalla pubblicazioneb del presente avviso pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio esclusivamente ai seguenti indirizzi:

  • Area Decentrata Agricoltura Lazio Sud – adalatina@regione.lazio.legalmail.it
  • Area Decentrata Agricoltura Lazio Centro – adaroma@regione.lazio.legalmail.it
  • Area Decentrata Agricoltura Lazio Nord – adaviterbo@regione.lazio.legalmail.it

Per scaricare il bando, clicca qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *