Punti di Primo Intervento, il Pd si conferma forza di lotta e di governo

Apprendo con stupore l’esultanza del Pd di Latina per il mantenimento h24 dei servizi resi dai Punti di Primo Intervento. Il provvedimento con il quale hanno disposto la chiusura in pieno agosto è a firma del governatore Zingaretti. Oggi a distanza di alcune settimane annunciano di aver risolto il problema. Peraltro creato da loro.
Vorrei ricordare che l’amministrazione regionale con il DCA 303 ha ignorato quanto disposto meno di un anno fa da un ordine del giorno da me presentato e sottoscritto da tutti i componenti della commissione Sanità, unitamente ad altri consiglieri regionali della maggioranza e dell’opposizione, al fine di scongiurare la chiusura dei punti di primo intervento nel Lazio. Nell’odg si impegnava la Regione a rinviare al 31 dicembre 2019 il superamento del sistema attuale previo l’avvio e l’attivazione di un programma di implementazione dei servizi e delle reti assistenziali. Eravamo peraltro in attesa di una verifica sul rispetto degli impegni da parte dell’ente regionale.
Prendiamo atto che con l’incontro odierno la giunta Zingaretti avrebbe fatto marcia indietro rassicurando i sindaci dei Comuni pontini sedi di Punto di Primo Intervento. Piuttosto che festeggiare, i dirigenti democratici pontini dovrebbero recitare un ‘Requiem’ sul loro partito. Ancora una volta il Pd si conferma contemporaneamente forza di lotta e di governo.
Per quanto ci riguarda da sempre noi di Forza Italia affermiamo che i Punti di Primo Intervento rappresentano dei presidi fondamentali. Siamo convinti che la battaglia per garantire questi servizi sia ancora lunga. Da parte nostra faremo di tutto per garantire il rispetto del diritto alla cura per i nostri cittadini

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *