Regione Lazio, Avviso pubblico per la concessione di contributi per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio denominato “DIGITAL IMPRESA LAZIO”

Pubblicato sul BURL del 20.06.2019 l’Avviso pubblico per la concessione di contributi, all’interno dei fondi POR FESR Lazio 2014-2020, per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio denominato “DIGITAL IMPRESA LAZIO”.

Finalità:rafforzare la competitività del sistema produttivo laziale promuovendo l’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico attraverso l’utilizzo di servizi e di soluzioni ICT che, in coerenza con l’“Agenda Digitale Europea”, con la “Strategia Nazionale per la Crescita Digitale”, con l’“Agenda Digitale Lazio” e con le priorità della “Smart Specialization Strategy (S3)”, consentano di migliorare l’efficienza e modernizzare l’organizzazione aziendale.

Destinatari:I destinatari degli aiuti previsti dal presente avviso sono le PMI, in forma singola, inclusi i Liberi Professionisti, titolari di partita IVA, con Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio.

Possono presentare istanza anche le PMI e i Liberi Professionisti che non hanno sede operativa nel Lazio al momento della presentazione della domanda, purché intendano localizzarsi nel Lazio e si impegnino ad attivare tale sede operativa entro la data dell’erogazione. In ogni caso il Progetto deve essere riconducibile alla sede operativa localizzata nella regione Lazio.

Tipologia degli interventi:

– Costi di Progetto da rendicontare;

– Costi del Personale a forfait (ai sensi dell’art. 68 bis, p. 1, del Reg UE 1303/2013);

– Costi indiretti a forfait.

Con riferimento ai Costi di Progetto da rendicontare, sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

1. acquisti di beni strumentali materiali e immateriali e altri costi accessori necessari all’implementazione dell’investimento (macchinari, attrezzature, hardware, software, licenze, altro, e servizi di implementazione del Progetto);

2. canoni iniziali di nuovi servizi erogati in modalità “Software as a Service”.

Tutti i Progetti devono:

a. essere realizzati da PMI in forma singola; ogni PMI può presentare un unico Progetto;

b. essere realizzati nella o nelle Sedi Operative localizzate nel territorio del Lazio;

c. presentare un importo complessivo non inferiore a 7.000 Euro e comunque non superiore a 25.000 Euro;

d. essere composti da una o più Tipologie di Intervento;

e. essere avviati (incarico, contratto o documento analogo) successivamente al 1° gennaio 2019 e non includere spese sostenute prima del 1° gennaio 2019 (data prima fattura, anche di anticipo);

f. non risultare completati (data ultima fattura) alla data della presentazione della domanda;

g. non riguardare attività imprenditoriali che rientrino nei Settori Esclusi;

h. non riguardare attività imprenditoriali che hanno ottenuto un sostegno da un programma operativo cofinanziato dai Fondi SIE e sono state rilocalizzate al di fuori dell’area interessata dal programma.

I Progetti devono essere completati (data ultima fattura) entro 90 giorni dalla Data di Concessione; i pagamenti possono avvenire successivamente a tale termine purché entro la presentazione della rendicontazione.

I Progetti devono essere rendicontati (data di invio della richiesta erogazione) entro 120 giorni dalla Data di Concessione.

Natura dell’Aiuto e contributo erogabile:l’Avviso ha una dotazione finanziaria di 5.000.000 Euro a valere sulle risorse del POR FESR 2014-2020, Azione 3.5.2, Sub-Azione “Sostegno per l’adozione e l’utilizzazione delle ICT nelle PMI”, con una riserva di Euro 1.500.000 destinata alle imprese operanti nel settore del commercio e in particolare:

– le imprese con codice ATECO 2007 n. “45 – Commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli”, limitatamente a quelle che svolgono attività di commercio al dettaglio di autoveicoli, motoveicoli e parti e accessori di essi;

– le imprese con codice ATECO 2007 n. “47 – Commercio al dettaglio (esclusi quello di autoveicoli e di motocicli)”, ad eccezione dei codici: 47.26.00 – commercio al dettaglio di generi di monopolio (tabaccherie) se non è

associata ad altra attività commerciale o di somministrazione di alimenti e bevande; 47.78.5 – commercio al dettaglio di armi e munizioni, articoli militari; 47.78.94 – commercio al dettaglio di articoli per adulti (sexy shop)

– le imprese con codice ATECO 2007 n. “56 – Attività dei servizi di ristorazione”.

Modalità e termini di presentazione delle richieste: le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente seguendo la procedura indicata all’articolo 5 del presente bando. Dopo la finalizzazione del formulario il richiedente deve scaricare il file generato dal sistema GeCoWEB contenente la domanda con le dichiarazioni attestanti il possesso dei requisiti e il formulario.

Il file generato dal sistema GeCoWEB deve essere sottoscritto con firma digitale da parte del Legale Rappresentante della PMI richiedente e inviato via PEC, all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova.it, insieme con le altre eventuali dichiarazioni, anch’esse sottoscritte con firma digitale.

La PEC di cui sopra deve essere inviata a partire dalle ore 12:00 del 15 luglio 2019 e fino alle ore 18:00 del 2 ottobre 2019.

Per leggere l’Avviso completo, cliccare qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *