Regione: Pedemontana di Formia, Roma – Latina, asse Tirreno – Adriatico, turismo e occupazione, approvati emendamenti per lo sviluppo

Nel documento economico e finanziario 2017 – 2019 della Regione Lazio, approvato in commissione bilancio, sono stati inseriti gli emendamenti che abbiamo presentato per garantire continuità amministrativa, rispetto degli impegni assunti e lo sviluppo del nostro territorio all’insegna della concretezza. Sono quindi diventate priorità su cui la Regione Lazio investirà nei prossimi mesi, in primis, la realizzazione della Roma – Latina e della Cisterna Valmontone, con l’impegno a monitorare costantemente le procedure, a farsi garante della trasparenza delle stesse, del rispetto dei tempi, mettendo in atto tutte le azioni necessarie per garantire l’apertura dei cantieri nonché l’innesto di questa infrastruttura, fondamentale per la sicurezza dei cittadini e per lo sviluppo economico della provincia di Latina e del Lazio, nella viabilità nazionale. Sempre in tema di reti infrastrutturali siamo riusciti a far inserire tra le opere strategiche due progetti determinanti per lo sviluppo e la crescita della provincia di Latina e del Lazio. Si tratta della realizzazione della Pedemontana di Formia, determinante per sostenere la modernizzazione e garantire, grazie soprattutto al decongestionamento del traffico, l’accessibilità al nostro territorio. E della messa in opera dell’asse ferroviario trasversale Tirreno – Adriatico con l’impegno da parte della Regione, in accordo con i Consorzi industriali, le istituzioni, gli imprenditori, i professionisti, e con il supporto dell’università, a concretizzare le azioni atte a garantire la realizzazione di questo collegamento infrastrutturale di fondamentale importanza per le province di Latina e Frosinone e per l’indotto economico di tutto il territorio regionale. Per lo sviluppo del territorio, la crescita economica e l’occupazione sono previsti, grazie agli emendamenti che abbiamo presentato, l’incentivazione della diffusione della pratica della pesca ricreativa e sportiva non solo nell’area costiera ma anche nell’entroterra nonché lo sviluppo di azioni mirate alla reindustrializzazione dei siti dismessi con particolare attenzione a province, come quella di Latina, particolarmente penalizzate dalla crisi. Nel rispetto, inoltre, degli strumenti della programmazione negoziata regionale quali l’accordo quadro di sviluppo territoriale, il programma integrato di sviluppo locale, il contratto di recupero produttivo e il patto locale per il turismo e l’artigianato saranno concretizzate specifiche misure nel settore turistico. In particolare, si interverrà, in base alle esigenze dei singoli territori, per concretizzare la riqualificazione delle strutture ricettive esistenti e la creazione di nuove, la riduzione del carico burocratico avviando specifici incentivi per le imprese ed agevolando l’accesso al credito. Un piccolo passo avanti ma determinante per richiamare questa amministrazione regionale e il presidente Zingaretti a rispettare gli impegni assunti non con noi consiglieri ma con i cittadini che da quattro anni attendono risposte alle proprie esigenze concrete.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *