Regione, Sonia Ricci è stata un valore aggiunto per lo sviluppo dell’agricoltura

La scelta di Sonia Ricci di dimettersi da assessore all’agricoltura arriva come un fulmine a ciel sereno. Mi auguro che si tratti di una decisione assunta liberamente, per ragioni personali e professionali, e non imposta da equilibri politici che sarebbero incomprensibili per i cittadini del Lazio. In questi anni la Ricci ha svolto, infatti, un lavoro egregio. Lo ha fatto con dedizione e determinazione. Ma anche e soprattutto con la professionalità che la contraddistingue e la caratterizza per l’esperienza maturata da imprenditrice proprio in un settore come l’agricoltura così importante in termini di produzione, e di valore aggiunto per il Pil del Lazio e della provincia di Latina. Da avversari politici ci siamo confrontati con forza ma entrambi nella consapevolezza di fare al meglio gli interessi per le comunità che rappresentiamo. Ed anche nei momenti in cui le nostre posizioni erano distanti non si è mai sottratta al dialogo. Mi auguro che nel rimpasto di giunta, tra gli altri criteri si tenga conto anche della necessità di avere all’interno del governo regionale esponenti della provincia di Latina. Persone di alto profilo che in alcuni settori, come l’agricoltura che svolge un ruolo trainante all’interno dell’economia laziale, possono, come Sonia Ricci ha dimostrato, essere un punto di forza per lo sviluppo dei nostri territori. Certo del suo impegno ulteriore, in altri ruoli, per la crescita della nostra provincia non posso che esprimerle i miei ringraziamenti e la mia stima, personale e politica, per la correttezza che ha avuto nello svolgere il suo lavoro da assessore in questi anni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *