SIMEONE: “SANITA’, RIUNIONE SU EMERGENZA PRONTO SOCCORSO ESCLUDE LE PROVINCE. ZINGARETTI STA GIOCANDO CON IL FUOCO”

“La direzione regionale della sanità ha convocato per il 10 gennaio una riunione dei Direttori generali e sanitari di tutte le aziende sanitarie, ospedaliere e universitarie di Roma e provincia. Un confronto importantissimo, che arriva comunque tardivamente, per affrontare e trovare soluzioni allo stato di gravissima emergenza in cui versano i pronto soccorso non di Roma, non della sua provincia, ma di tutto il Lazio. Mi auguro che si tratti di una svista di comunicazione il fatto che, per quanto apprendiamo, la riunione sia riservata solo ai vertici delle aziende sanitarie di Roma e provincia. Forse per svegliare la sensibilità della maggioranza che governa il Lazio serve l’ennesima conta dei morti e non di saper preventivamente evitare che ci siano come se il compito della sanità fosse quello di essere il capolinea delle tragedie e non una tappa della speranza. Lo stato di emergenza continua, l’inadeguatezza strutturale, il sottodimensionamento del personale medico ed infermieristico, la carenza di posti letto, la scellerata quanto purtroppo obbligata costrizione dei pazienti in attesa di un posto in reparto sulle barelle e nei corridoi accomunano tutti i pronto soccorso in tutte le province della nostra Regione partendo da quella di Latina. Se non si tratta di una svista l’esclusione dei territori dalla riunione di venerdì Zingaretti e i suoi si mettano la mano sulla coscienza perché di questo passo potranno sostituire gli annunci inutili con le epigrafi”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *