SIMEONE: “Usi civici, ottimo risultato per la sinergia istituzionale tra Comune di Fondi e giunta Zingaretti”

Intervento del consigliere regionale del Pdl, Giuseppe Simeone, a seguito dell’approvazione da parte della giunta regionale dei criteri che riguardano la corretta gestione degli usi civici

“Non posso che esprimere soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto dalla giunta regionale, e in particolare dall’assessore all’agricoltura Sonia Ricci che ha recepito le istanze del Comune di Fondi, nell’approvare rapidamente il regolamento degli usi civici. Si tratta di un passaggio fondamentale che fa seguito allo storico risultato raggiunto dal Comune amministrato dal sindaco Salvatore De Meo che solo a giugno aveva deliberato in materia di usi civici consentendo alla comunità fondana di vedere riconosciuti i propri diritti e i propri doveri. Il risultato è stato raggiunto in tempi così rapidi grazie al grandissimo lavoro di squadra, che ha visto il Comune di Fondi svolgere il ruolo di cabina di regia e di concertazione tra sindaco, istituzioni, parti sociali e Regione. Con questo atto regionale si gettano le basi solide per una corretta e coerente programmazione del territorio, e in particolare della fascia costiera, che può contare su uno straordinario patrimonio ambientale che valorizzato potrà garantire un nuovo modello di sviluppo turistico eco sostenibile. La continuità, anche tempistica, di questi atti deliberativi dimostra come una stretta alleanza e un deciso confronto tra comunità locali, istituzioni e Regione possano portare alla concertazione di valide politiche finalizzate alla salvaguardia e alla qualificazione ambientale. Gli usi civici, e una normativa chiara e trasparente in materia, rispondono perfettamente alla necessità di valorizzare questo antico istituto e di conservare le terre collettive, espressione del rapporto che lega le comunità alla loro terra. Mi auguro che i criteri approvati ed il modello di governance adottato dal Comune di Fondi, possa essere di spunto e pungolo agli altri territori e alle loro amministrazioni che da oggi avranno a disposizione uno strumento per definire con certezza l’ambito del demanio civico e valorizzarlo, promuovendo forme di gestione che oltre alla conservazione e alla tutela dei beni civici, contribuisca anche alla creazione di nuove occasioni di sviluppo economico e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *