Solidarietà a Marta Bonafoni, anche io dico Sì a obbligo vaccini nelle scuole

Esprimo la mia piena solidarietà nei confronti della consigliera e collega Bonafoni, raggiunta ieri da uno striscione ‘no vax’ anonimo presso il suo ufficio. Conosco Marta dal 2013, anno in cui abbiamo cominciato insieme questa esperienza in Consiglio regionale. Ho apprezzato soprattutto la sua visione solidaristica, sempre al fianco dei più deboli e pronta a denunciare le fragilità esistenti in campo sociale. Sono ovviamente del parere che chiunque può esprimere le proprie idee, un principio stabilito dalla nostra Costituzione e a cui mi sono sempre ispirato. Esprimo però la mia assoluta contrarietà ad ogni forma di violenza anche verbale, condita da minacce o intimidazioni nei confronti di chi manifesta opinioni differenti. La libertà di pensiero nel nostro Paese è un diritto fondamentale. La democrazia è stata una conquista faticosa che va difesa ogni giorno dagli attacchi di chi si mostra intollerante verso le convinzioni altrui. Marta Bonafoni è una donna che esprime le proprie opinioni in modo pacato e semplice e non merita di essere destinataria di gesti seppur solo verbalmente intimidatori. A lei rivolgo la mia più sincera vicinanza. Peraltro nel merito della questione, ci tengo a precisare la mia posizione. Sono a favore dell’obbligo dei vaccini a scuola. Se il mondo scientifico si schiera così apertamente su questa linea, occorre prenderne atto. Ciò che è utile, va fatto. Ritengo giusto impegnarci sull’obbligatorietà delle vaccinazioni per iscriversi a scuola. Si tratta di una misura di civiltà, voluta dalla comunità scientifica e nel primario interesse dei minori. Questo renderà le scuole stesse più sicure

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *