Usi civici, adottato il nuovo regolamento per il funzionamento dell’albo regionale dei periti, degli istruttori e dei delegati tecnici per il conferimento di incarichi

La Regione Lazio ( nel rispetto di quanto stabilito dalla legge regionale 8 gennaio 1986, n. 8), al fine di attuare e regolare il funzionamento e la gestione dell’albo regionale dei periti, degli istruttori e dei delegati tecnici per il conferimento di incarichi connessi ad operazioni in materia di usi civici  ha adottato il presente regolamento disciplinando, in particolare:
a) i contenuti dell’albo regionale, i settori di specializzazione in cui si articola lo stesso;
b) le modalità di iscrizione e cancellazione;
c) le modalità di conferimento da parte del comune o dell’ente titolare dei diritti di uso civico, di seguito denominati enti gestori dei diritti civici, degli incarichi ai professionisti iscritti all’albo di cui all’articolo 4, per le operazioni di sistemazione delle terre di uso civico di cui ai commi secondo e terzo dell’articolo 2 della legge;
d) gli onorari, i trattamenti di missione e i rimborsi spese collegati all’espletamento dell’incarico.

Nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 2 della sopra citata legge, l’albo si articola nelle seguenti sezioni suddivise, all’interno, in ambiti metropolitano e provinciale:
a) sezione tecnica-economica-territoriale, nella quale, ai fini della verifica tecnica sullo stato dei suoli, e sulle condizioni ambientali e urbanistiche che caratterizzano le terre gravate da uso civico, sono inseriti i professionisti appartenenti alle seguenti categorie o a quelle ad esse equipollenti:
1) geometri;
2) periti agrari;
3) agrotecnici;
4) architetti;
5) periti industriali (edile e minerario);
6) dottori agronomi;
7) dottori forestali;
8) ingegneri civili;
b) sezione storica-giuridica, nella quale, ai fini dell’accertamento dell’esistenza del vincolo di uso civico e della sua incidenza sulla titolarità dei beni da esso gravati, sono inseriti gli storici, i giuristi, gli archivisti e paleografi.

Per l’iscrizione all’albo i soggetti interessati inoltrano, mediante l’utilizzo prioritario della posta elettronica certificata (PEC), apposita domanda alla Direzione utilizzando il modulo pubblicato sul sito istituzionale della Regione al quale allegano:
a) il curriculum vitae in formato europeo;
b) il nulla osta in caso di rapporto di dipendenza con una pubblica amministrazione.

Al conferimento degli incarichi si provvede mediante la stipula di un apposito contratto di prestazione d’opera intellettuale, nel quale sono indicati, in particolare, le prestazioni professionali richieste, la durata dell’incarico, i compensi e le modalità di pagamento nel rispetto degli obblighi di tracciabilità.

I soggetti già iscritti all’albo di cui al regolamento regionale 11 luglio 1988, n. 4 (Regolamento per la tenuta dell’albo regionale dei periti, degli istruttori e dei delegati tecnici per il conferimento degli incarichi connessi ad operazioni in materia di usi civici) alla data di entrata in vigore del presente regolamento sono iscritti all’albo di cui all’articolo 4.

Per visionare il regolamento clicca qui: Albo regionale dei periti, degli istruttori e dei delegati tecnici per il conferimento degli incarichi connessi alle operazioni in materia di usi civici

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *